Bandai festeggia e lancia un remake del Tamagotchi dei Digimon

Di , scritto il 28 Febbraio 2022

Ti piacerebbe avere la possibilità di possedere tra le mani un mostriciattolo digitale da accudire e far crescere con te come un vero e proprio animale domestico da portare ovunque e a portata di tasca?

Se la risposta è si questo articolo potrebbe migliorare di molto la tua giornata.

Hai mai sentito parlare di tamagotchi?

Il Tamagotchi è un mostriciattolo in 2D che nasce da un uovo come un pulcino, cresce, si evolve e muore proprio come un vero essere vivente. Non si tratta di un semplice gioco come tanti ma di un pet fatto in pixel di cui prendersi cura, giocare e divertirsi insieme.

Nel 1997 Bandai creò uno dei suoi primi Tamagotchi, venne lanciato nel mercato nipponico per la prima volta ed ebbe fin da subito un grandissimo successo.

Ma la sua vera svolta iniziò dal 6 Marzo 1999 con il debutto nelle sale cinematografiche giapponesi del cartone animato Digimon Adventures, creato da Akiyoshi Hongo, fu la prima serie dei Digimon che portò a conoscere i Digimon in tutto il mondo.

Erano gli anni in cui solo i grandi manager possedevano un cellulare portatile e avere in casa un computer fisso non era ancora alla portata di tutti.

L’idea di essere disturbarti dal suono di continue notifiche che suonano sul proprio telefono e l’essere connessi con il mondo intero in tempo reale 24 ore su 24 sarebbe stata una cosa impossibile e impensabile da credere a quei tempi.

Nostra unica fonte di distrazione era il nostro Tamagotchi che quando aveva bisogno di noi ci chiamava con dei mini suoni digitali per farci capire quando aveva fame, voleva dormire o semplicemente quando aveva voglia di giocare con noi.

Bandai festeggia e ci riprova con la nuova generazione

Per celebrare il suo ventesimo anniversario, Bandai ricrea una versione simile all’originale, un remake della prima versione del Tamagotchi tanto amato.

Chiamato come  “ Digimon Virtual Pet 20th Anniversary “  uguale all’originale e che sarà proposto nelle colorazioni marrone e grigio al prezzo di lancio di 3.780 yen (circa 32 euro).

Uguale, ma aggiornato

La nuova versione, pur essendo analoga all’originale, include nuove funzionalità. Contiene tutta la Ver.1 alla Ver.5 dalla linea Digimon Virtual Pet di prima generazione all’interno, oltre 115 Digimon con cui poter giocare.

I giocatori di questa nuova versione potranno partecipare a battaglie, crescere e allenare ben due Digimon contemporaneamente.

Ogni versione avrà alcuni dei Digimon e delle uova iniziali differenti tra loro in base al colore del gioco scelto in modo da rendere unica e variabile l’esperienza di gioco tra i vari dispositivi proposti.

Questa nuova versione viene lanciata nel 2017 in Giappone e nel 2019 in Europa senza però riscuotere il gran successo programmato.

Sono passati oltre 20 anni dal primo Tamagotchi, sono cambiate tante cose nel mondo delle nuove tecnologie e acquistare un remake di un gioco uscito 20 anni fa è un qualcosa per pochi appassionati della serie e nostalgici.

E tu? Comprerai questo Tamagotchi? Faccelo sapere nei commenti

di Roberto Valore


Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2022, P.IVA 01264890052
SoloGames.it – Guida su videogiochi e console supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009