Smite mette le divinità una contro l’altra

Di , scritto il 26 Marzo 2014

SmiteAnche Hi-Rez entra nel campo dei MOBA e propone la sua versione, con un titolo che presenta abbastanza varianti rispetto alla media da renderlo significativo e ben meritorio di una segnalazione.

Le diversità di Smite, questo il titolo del videogioco, rispetto ai suoi colleghi non sono tantissime, ma una in particolare lo rende sicuramente diverso dal resto del gruppo: sparisce infatti la classica visuale dall’alto in favore di una prima persona da sopra le spalle, vedrete quindi quasi sempre il vostro personaggio da dietro e come conseguenza non avrete il controllo completo dell’arena, a prescindere dalla modalità di gioco.

So che ci sono molti player che storceranno il naso di fronte a una soluzione simile, per il sottoscritto invece tale visuale è la migliore: assicura maggiori brividi e sorprese e se è vero che non puoi vedere chi si ripara dietro ostacoli o chi è pronto a calarti alle spalle, è anche vero che tu puoi fare quelle stesse identiche cose al nemico.

Il resto del gameplay è più o meno standard, con una notevole semplicità di gestione dell’inventario e una facilità di impiego della gear (solo due slot assicurano abilità da attivare, il resto modifica le caratteristiche in passivo), semplicità che viene però leggermente complicata una volta che si scende nel campo di battaglia.
Dovrete infatti attualmente “mirare” con precisione, sia per quel che riguarda i colpi da distanza che gli scontri in melee, calcolando anche movimenti e coperture degli avversari, altro fatto positivo che elimina in parte la tendenza che hanno parecchio giocatori a spammare in modo confuso e disordinato i loro attacchi.

In Smite sceglierete di interpretare una divinità appartenente a uno dei tanti pantheon disponibili (greco-romano, egizio, hindu e altri ancora), ognuna dotata di vari poteri che la distinguono dalle altre, e scenderete in vari tipi di arene con diversi obbiettivi possibili.

Come in molti altri MOBA potrete giocare gratuitamente ma è intuitivo che alcuni fra i personaggi, gear e poteri migliori li sbloccherete solo pagando o investendo molte, molte ore di gioco. Ma, se avete già sperimentato questo particolare genere di videogame, saprete ormai che non contano tantissimo (o perlomeno non contano solo) i vostri poteri personali quanto l’affiatamento del team: se la vostra squadra è ben coordinata potrà tranquillamente battere altri gruppi sulla carta ben più potenti.

Come al solito chiudiamo con link al sito ufficiale di Smite e un filmato per invogliarvi a esplorare questo gioco.


Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2022, P.IVA 01264890052
SoloGames.it – Guida su videogiochi e console supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009