È il momento di Halo 4

Di , scritto il 05 Novembre 2012

Halo4_XboxAvevamo lasciato Master Chief e Cortana su una astronave malconcia, dopo che erano riusciti a sferrare il colpo mortale ai Covenant, con il primo che era entrato in un profondo sonno criogenico.
Ma avevamo lasciato anche l’intera serie in animazione sospesa, con il passaggio di consegne fra Bungie e 343 Industries che poteva far pensare, nonostante le grandi professionalità coinvolte, che non tutto filasse liscio nel quarto capitolo di Halo.

E invece uno dei migliori shooter di sempre, in uscita il 6 novembre 2012, oltre a confermare tutte le caratteristiche positive che già possedevano i suoi predecessori aggiunge altri elementi di pregio e si candida come migliore della serie.
Un nuovo, mortale nemico prende il posto dei Covenant, sebbene siano presenti ancora occasioni di conflitto con questi, e con esso ecco arrivare gli elementi consueti a ogni ulteriore capitolo di franchise: nuove armi, nuovi ambienti, nuovi mostri.

Ma non è certo questo il vero punto di forza di Halo 4. La storia raggiunge il suo apice di scrittura, fra intrighi e schemi cosmici e il rapporto fra Chief e Cortana arriva al suo momento più alto e toccante, con una serie di dialoghi e situazioni che rimarranno a lungo nel cuore di chi ha seguito da sempre le gesta dei due.
L’Intelligenza Artificiale che accompagna Chief sta infatti giungendo al termine della sua esistenza e il processo degenerativo è evidente lungo il gioco, costringendo quindi il player a confrontarsi con l’ineluttabile morte di un personaggio che conosce da tempo.

Le meccaniche di combattimento sono ormai pressoché perfette, così come mozzafiato e stupefacenti molti degli ambienti e scenari di gioco.
Ottime anche le modalità multiplayer sia in collaborazione che in competizione, per un titolo che riserva ben pochi difetti e mancanze ai suoi aficionado.

Su tutto regna l’aspetto migliore in assoluto: la colonna sonora di Neil Davidge, indispensabile per la costruzione dell’atmosfera, il supporto emotivo a certe scene e il sottofondo per ogni momento memorabile di Halo 4.
La qualità del lavoro ha già premiato questo compositore, vendendo quasi 9000 copie nella prima settimana e piazzandosi al numero 50 di Billboard, battendo quindi ogni record di debutto per OST di un videogame (in precedenza detenuto da Guitar Hero 3, emerso nella posizione 107 durante il 2007).

Vi lasciamo con un video di presentazione, in attesa dello sbarco di Halo 4 in tutti i negozi italiani.


1 commento su “È il momento di Halo 4”
  1. […] molto bene che Bungie Studios è indaffaratissima a mettere in piedi un adeguato successore di Halo ma fino a questo punto gli sviluppatori presso la software house statunitense avevano mantenuto il […]


Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2018, P.IVA 01264890052
SoloGames.it – Guida su videogiochi e console supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009