Diablo 3: tenere in vita gli archetipi, migliorare la narrazione

Di , scritto il 05 Gennaio 2012

Diablo_3_Blizzard_barbarianAbbiamo visto qualche giorno fa come Diablo 3 sia per ora il gioco più atteso del 2012, in sostanza l’unico vero videogame per PC in grado di reggere la concorrenza dei vari titoli di Xbox360 e PS3.
Dato ancora più notevole considerando i lunghi intervalli di tempo che passano fra un capitolo e l’altro di questa straordinaria franchise e pensando anche a certi aspetti (isometria, motore grafico per alcuni versi datato, narrazione rigida con ben poche scelte, classi chiuse) che lo differenziano non poco da quello che ormai sembra essere la principale direzione evolutiva per la maggioranza degli RPG.

E proprio riguardo questi e altri argomenti Gamespot ha tenuto recentemente una interessante intervista al lead designer di Diablo III, Leonard Boyarsky, arrivato alla franchise ben dopo il secondo capitolo e quindi, anche grazie sia alla sua esperienza che a una formazione eclettica, in grado di portare valore aggiunto alla futura punta di diamante di casa Blizzard.

Fra i concetti più intriganti che Boyarsky è andato a toccare vi è appunto il lato della storia, della narrazione e del coinvolgimento del giocatore negli sviluppi di trama, con i tentativi dei designer di rendere più coinvolgenti i vari dialoghi con gli NPC e di creare un maggiore background e senso di cultura e tradizione nelle varie razze e popolazioni.

Lo sviluppatore ha poi affermato che, a fronte di una moltitudine di altri RPG che assicurano una enorme libertà nella formazione della classe, con l’attenzione che si sposta sempre di più sulle singole caratteristiche/poteri/talenti, ecco che per Diablo 3 si è ritenuto molto importante dare un forte valore al concetto delle varie classi: se si sceglie un barbaro, in sostanza, si sa quel che si è scelto e dove si andrà a finire e non sarà possibile, come accade invece in altri titoli, alterare la natura dell’archetipo aggiungendogli man mano caratteristiche che non sono tipiche e non corrispondono a quanto ci aspettiamo pensando a quelle figure ormai storiche.

Cresce di settimana in settimana l’attesa, con la Blizzard che ancora non ha rilasciato nessuna data ufficiale…

2 commenti su “Diablo 3: tenere in vita gli archetipi, migliorare la narrazione”
  1. […] Diablo III ormai si sa tutto, dal rinnovato motore grafico di casa Blizzard al motore fisico Havok che […]

  2. […] per Diablo III è stata lunga, ma è quasi finita. Il 15 maggio è la data ufficiale per la release di uno dei […]


Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2022, P.IVA 01264890052
SoloGames.it – Guida su videogiochi e console supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009