Gary Grigsby’s War Between The States: ambientato ai tempi della Guerra civile americana

Di

Dobbiamo fare di più che sconfiggere i loro eserciti: dobbiamo distruggerli!“, questa frase fu pronunciata dal generale Thomas J., generale dell’esercito degli Stati Confederati durante la guerra di secessione americana. Un uomo che fu soprannominato Stonewall (ovvero, ‘muro di pietra’), perché riuscì a resistere con determinazione all’avanzata unionista.

Dobbiamo confessare che la storia americana non è proprio il nostro forte, ma con questo capolavoro di videogame di strategia chiamato Gary Grisby’s War Between the States avremo l’occasione di conoscere meglio le vicende storiche con cui dovettero fare i conti i soldati di entrambe le parti.

Si tratta di un titolo molto accurato e dettagliato dal punto di vista storico, con un gameplay realistico, ma non troppo arduo da gestire e di una durata temporale ragionevole. Nei panni di un generale americano dovete promuovere e coltivare giovani colonnelli e brigadieri di talento per costituire divisioni ed eserciti che vi aiutino a reclutare truppe e combattere con efficienza e successo. Un sistema di promozione permette ai leader di guadagnare abilità e potere in base ai successi militari che raccolgono. Ogni decisione che prendete deve essere accuratamente soppesata: promuovere o rimuovere capi militari, entrare in stati neutrali, addestrare le truppe… Tutto potrebbe rubarvi un po’ di quel capitale politico che potrebbe invece portarvi alla vittoria.

Su questa pagina trovate ben 42 screenshot del gioco, che richiede le seguenti specifiche tecniche:

* sistema operativo: Windows 2000, XP, Vista
* CPU: da 800 MHz (ideale: 2 GHz)
* RAM: 512 MB (meglio se disponibile 1 GB)
* 700 MB di spazio libero sull’hard disk.


Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it, 2007-2023, P.IVA 01264890052
SoloGames.it – Guida su videogiochi e console supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009