Il Signore degli Anelli: la ricerca di Aragorn

Di , scritto il 23 Giugno 2010

All’E3 di Los Angeles la Headstrong Games ha presentato la versione per Wii de Il Signore degli Anelli: la ricerca di Aragorn. La demo, tratta dall’ultima parte del gioco, era ambientata nei campi di Pelennor, il campo di battaglia che i fan di Tolkien ricorderanno bene, se conoscono il titolo Il ritorno del Re.

Il gioco presenta la figura di Aragorn così come si evolve nei tre libri di Tolkien: nel gioco parla di lui la voce di Sam Gamgee ai suoi figli qualche tempo dopo gli eventi narrati nella trilogia.

La narrazione riesce a trasformare il tema relativamente dark de Il Signore degli anelli in un videogioco per la famiglia, in quanto mette in rilievo l’eroismo di Aragorn e omette i dettagli più cruenti.

Sui campi di Pelennor, Aragorn è difeso da un esercito di soldati (alcuni umani, alcuni sotto forma di spiriti), ma anche da Legolas e Gimli. In pieno stile ‘cappa e spada’, si gioca con il telecomando e il Nunchuk e, come suggerisce il titolo, soltanto nelle vesti di Aragorn, ma si possono raccogliere oggetti che conferiscono forza alla piccola compagnia: per esempio, si può ‘raccogliere’ un ‘grido di battaglia’, che conferisce un’aura rossastra e poteri extra a ogni membro.

Per gli amanti dei romanzi di Tolkien, ci sono molti item da raccogliere con istruzioni da leggere. Per esempio, ci si può servire di un sentiero di luci a mo’ di briciole lasciate per terra per capire in quale direzione andare. Vi ricorda qualcosa?

Il titolo uscirà il prossimo autunno nelle versioni per Wii, PS3, PS2, PSP e DS.


Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2022, P.IVA 01264890052
SoloGames.it – Guida su videogiochi e console supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009