Ninja Pizza Girl

Di , scritto il 16 Luglio 2014

Ninja-Pizza-Girl_Disparity-GamesHo passato qualche minuto a pensare a un titolo per questo post, intendo qualcosa da aggiungere al nome del gioco in questione: le minime regole base di scrittura per il web, con un occhio di riguardo al SEO, ti dicono di mettere il nome dell’oggetto del post nel titolo e di ripeterlo (Ninja Pizza Girl, fatto, che mago) anche nel primo paragrafo, per poi diminuire la frequenza di ripetizione man mano che si scende nel post.

Ma alla fine mi son detto che Ninja Pizza Girl sta davvero bene anche da solo, dai, quando cavolo mi è mai capitato o mi potrà ricapitare di poter intitolare qualcosa NINJA PIZZA GIRL?
E le stranezze non si fermano certo al titolo eh, state a vedere…
Il gioco, prima di tutto, è un platformer ancora in zona Kickstarter, nulla di completato e siamo ben lungi dalla fase alpha, ma promette bene: indosserete i panni di (ehi! Posso ripeterlo ancora una volta, altro bonus SEO!) una Ninja Pizza Girl che deve consegnare margherite e quattro stagioni in una metropoli di un futuro leggermente distopico, con classica concezione cyberpunk, fra multinazionali che dominano tutto e barboni che cercano di sopravvivere all’ombra di titanici grattacieli.

Futuro o non futuro, una buona pizza è sempre più difficile da trovare e voi, lavorando per un ristorante a conduzione famigliare, avrete il compito di consegnare le vostre entro una ventina di minuti.
Ok, tutto molto bello, ma dove è l’inghippo?
Beh, siamo di fronte a un platformer con azione molto frenetica e non è facile completare il livello secondo il percorso migliore: se farete qualche errore, anche minimo, invece di perdere vite, precipiterete nel percorso sottostante, più facile ma anche meno ricco di premi e power up.

Diverso il discorso se c’è qualcuno a guardarvi mentre sbagliate, molti altri vostri coetanei sono ricchi o lavorano per aziende enormi e prestigiose e non esiteranno a canzonarvi: se non vi allontanerete abbastanza in fretta la vostra autostima calerà vistosamente, il mondo diventerà “letteralmente” più grigio e sarete preda di sconforto e depressione.

Molto bella anche la storia che c’è dietro Ninja Pizza Girl (avete visto? Avvicinandomi alla fine del post ho diradato le menzioni del nome, evviva!), visto che è un gioco sviluppato principalmente da marito, moglie e figlia (riuniti sotto il nome di Disparity Games): li vedete nel video qui sotto, sono dei tipi tosti e interessanti e sono riusciti a sfornare un videogioco che è prima di tutto interessante a livello di gameplay e grafica ma che affronta anche, senza mai risultare pedante, tematiche quali gender (questione purtroppo spinosa in un mondo retrogrado come quello dei videogame), bullismo e in generale tutti gli aspetti meno piacevoli dell’adolescenza. Il settore avrebbe bisogno di migliaia di persone come loro.

Eccovi il link alla pagina Kickstarter (c’è anche la possibilità di giocare una versione demo, ma vi avviso che è ovviamente molto incompleta) e il video promozionale. Ah, sì, per me una gorgonzola e funghi, grazie!



Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2019, P.IVA 01264890052
SoloGames.it – Guida su videogiochi e console supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009