Draugen: un mare di terrore

Di , scritto il 02 Aprile 2014

DraugenMan mano che i giocatori esploreranno il piccolo villaggio, raccogliendo prove, memorie e documenti e scoprendo la verità che si nasconde dietro una terribile tragedia, scopriranno avranno più dettagli sulla vita degli abitanti del posto. E si accorgeranno che anche la facciata più innocente e la famiglia più rispettabile nascondono eventi terrificanti e pericoli mortali.

Ogni tanto scorgerete, molto distante, una figura di donna vestita di nero. Chi è? Cosa ha a che fare con il villaggio? Chi è la bambina che canta una sinistra ninnananna non appena comincia a far buio? E quando calano le tenebre e possiamo combatterle soltanto con qualche lampada a cherosene, cosa si nasconde nel freddo e scuro mare?

Direi che le parole che gli sviluppatori di Red Thread Games hanno usato per descrivere il loro nuovo progetto, Draugen, descrivono alla perfezione quello che vi aspetterà in questo nuovo survival horror in prima persona.

Draugen è ancora in piena fase di sviluppo e dopo aver ricevuto alcuni fondi dal Norvegian Film Institute si prepara a ricorrere a Kickstarter per trovare la somma che ancora serve a perfezionare il tutto, tenendo anche conto che lo studio intende progettare questo titolo con un occhio di riguardo nei confronti di Oculus Rift, tecnologia che, se è già ottima di per sé, diventa ancora migliore quando è impiegata per dei giochi che fanno di atmosfera e momenti d’orrore i loro punti di forza.

Red Thread Games per ora parla di un generico “2015” quale data di distribuzione, segnatevi il sito ufficiale per avere notizie e aggiornamenti e guardate questo trailer per capire meglio cosa aspettarvi da Draugen.



Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2018, P.IVA 01264890052
SoloGames.it – Guida su videogiochi e console supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009