ShopTo: vendita online di videogame, console, accessori e titoli introvabili

Di

La Rete pullula di siti che vendono online videogiochi e film. Alcuni di noi sono ancora un po’ diffidenti al riguardo, ma dopo aver visto e provato il sito di e-commerce ShopTo.net saranno più propensi a cambiare idea.

Al di là della grafica e della chiarezza dell’interfaccia, il sito offre la possibilità di ordinare e preordinare i  giochi che devono ancora uscire e a prezzi straordinariamente bassi!

ShopTo ha in catalogo tutte le novità presenti sul mercato per tutte le più importanti piattaforme: PS3, PSP, X Box 360, PC, Wii e DS. Per ogni console la pagina si divide in quattro sezioni per semplificare la ricerca di un determinato gioco: Categorie, Offerte Speciali, Classifiche e Generi.

Citiamo anche la pagina dedicata alla vendita di DVD e DVD Blu-Ray che permette di trovare le ultime novità uscite sul mercato oltre a quelle vecchie e un’interessante app gratuita per iPhone per essere sempre informati sugli ultimi arrivi del sito ShopTo.

Merita un po’ di attenzione anche la pagina della ShoptoTv: è divisa in canali (a ogni console è dedicato un canale) e ogni canale raccoglie i video dei giochi che sono nati o che arriveranno su quella piattaforma. Questo aiuta, insieme alle piccole recensioni presenti sotto i video, a farsi un’ idea migliore dei titoli che l’utente prende in considerazione.

Pur essendo un sito britannico, le spedizioni sono effettuate in tutto il mondo a un costo fisso di 2,50 sterline, poco più di 3 euro. Prodotti e consegna possono essere pagati mediante i più comuni e sicuri metodi di pagamento online (tra cui Paypal, Master Card, Visa e iSage Pay). I prezzi sono indicati in sterline ma anche in euro.

Luca Grassia


Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it, 2007-2023, P.IVA 01264890052
SoloGames.it – Guida su videogiochi e console supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009