Pokémon versione Bianca e Nera: il titolo capture and visit si rinnova

Di , scritto il 28 Febbraio 2011

mappaFinalmente è arrivato! Stiamo parlando del momento fatidico in cui alcuni giochi molto famosi passano alla terza dimensione, anche se si trovano sulla modesta console portatile Nintendo DS. Così, per segnare una nuova era per i videogiochi, è stato scelto di iniziare con Pokémon Bianco e Nero.

Dobbiamo dire che dopo decenni di episodi di questa serie per le varie console Nintendo, ci saremmo aspettati un lavoro più curato in termini di grafica: sì, perché questo titolo, non è proprio in 3D. Che l’uscita del gioco sia più vicina all’uscita del nuovo 3DS, forse sarà un caso, ma crediamo che Gamefreaks stia lavorando a un’edizione per la nuova console portable.

Ci aspettiamo in questa versione cambiamenti significativi che vadano a mettere in discussione le trame dei precedenti capitoli e numerose ore di gioco che saranno ben spese. Attendendo il 4 marzo (data di uscita del gioco) vi annunciamo le novità di questo capitolo.

La storia si svolge nella nuova regione di Isshu (che sembra più piccola delle precedenti regioni), che accoglie i  due pokémon leggendari che corrispondono allo Ying e allo Yang e sono rispettivamente Reshiram e Zerkom. La nuova terra, sembra ispirata al territorio di Shangai nella realtà, e le nuove creature hanno un tratto molto mistico/orientale; ciò sta creando non poche discussioni per gli aficionados delle prime due stagioni di Pokémon (le originali diciamo), anche se non si può negare l’originalità del design. Come nei titoli precedenti, si inizierà con voi che dovrete scegliere con quale Pokémon iniziare la vostra avventura, anche se stavolta sarà una prorompente dottoressa a seguirvi. Non si sa ancora quali siano i pupilli che potrete scegliere all’inizio, ma come da tradizione, ci saranno tre creature che rappresenteranno le categorie più conosciute, ovvero erba, acqua e fuoco.schermata di gioco

Il sistema di gioco, anche se migliorato, non presenta particolari elementi innovativi e sembra che ruoterà ancora intorno agli scontri; da notare anche l’interfaccia di combattimento che è rimasta invariata, anche se più elegante e stilizzata. Da segnalare la sfida tre contro tre, che avranno più successo degli scontri a coppie dei titoli passati. Centinaia di mostri vi aspettano, oltre alle numerose abilità che potrete acquisire nel corso del gioco.

Sono state pensate per questa versione, delle features importanti, come scontri con giocatori a caso tramite il Wi-Fi o quella specie di modalità cooperativa, che permette di entrare nella storia di altri utenti. Si parla addirittura di una sorta di video-chat tra i gamer, per i  futuri possessori del 3DS o del DSi.

scontro pokèmonPokémon Bianco e Nero adotta sprite super-deformed per gli esseri umani e darà la possibilità di muoverci in ambientazioni tridimensionali che offrono riprese degne dei migliori film di serie A, per avere un’esperienza di gioco più completa e spettacolare. La classica visuale a “volo d’uccello”, non sarà più presente, però al suo posto ci sarà una particolare angolazione, che seguirà il giocatore nei suoi vari spostamenti. Le battaglie sfruttano invece sprite animati, cioè ogni creaturina che incontreremo presenta un suo personale set di animazioni, che rendono le battaglie più vive e godibili. I video che rappresentano il gioco, mostrano artwork nei discorsi più importanti della storia: la prima idea che ci si fa su questo titolo è appunto l’impostazione cinematografica assegnata.

Anche se oramai Pokémon nel corso degli anni è diventato una sorta di franchise, la sua struttura ormai era diventata obsoleta, anche se storica e conosciuta da tutti; ogni versione, ha portato cambiamenti significativi per chi volesse avventurarsi nella cattura di vecchi e nuovi Pokémon. Gamefreaks ha tentato al meglio di farci capire che ha voglia di innovazione e voglia di non far considerare il proprio titolo da ospizio, sia tecnicamente (anche se per ora ci sono poche novità nel gameplay), che graficamente; potrebbe essere la vera e propria rivoluzione della serie, se i produttori sapranno sfruttarla al meglio prima dell’uscita prevista.

Luca Grassia

 


Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2022, P.IVA 01264890052
SoloGames.it – Guida su videogiochi e console supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009