Open beta per Silent Hunter Online

Di , scritto il 18 Settembre 2013

silent-hunter-online_ubisoftCapita raramente di trovare un video di presentazione che in due minuti riesca a spiegare in modo esauriente in cosa consista un videogioco. Di solito si cerca di impressionare lo spettatore e poco più, limitandosi a sottolineare gli aspetti più spettacolari.

Ecco invece che Ubisoft (che al momento, dobbiamo ammettere onestamente, ci sta sorprendendo con parecchie uscite che ci sembrano migliori della sua media) annuncia una open beta per Silent Hunter Online e il filmato in sostanza spiega molto bene tutte le fasi del gioco.

Chi ha già provato durante gli anni i vari Silent Hunter saprà già più o meno di cosa si tratta ma la componente multiplayer online sarà in grado di trasformare decisamente questa esperienza videoludica: Seconda Guerra Mondiale, partirete con un sommergibile di basso livello, che potrete scegliere fra alcuni modelli (o ne costruirete uno nuovo voi stessi), aggiungerete strumentazione, armi ed equipaggio e partirete per le vostre prime missioni.

Potrete scegliere se affrontare i target in solitaria o unendo forze e pianificazioni con altri giocatori e l’esito della missione condizionerà sia lo sviluppo del vostro mezzo (potrete ovviamente acquistare migliorie varie) sia l’esito delle battaglie e della guerra in generale.

Non aspettatevi esagerazioni dal punto di vista della grafica e dell’azione, ma se siete dei patiti della progettazione, dei piani accurati, di cartine e rotte e dati tecnici, ecco che Silent Hunter Online, tenendo conto anche della sua natura free to play, potrebbe decisamente interessarvi.

Date uno sguardo al sito ufficiale per info sulla open beta e godetevi il filmato.



Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2019, P.IVA 01264890052
SoloGames.it – Guida su videogiochi e console supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009