Unrest è un RPG molto diverso dalla media

Di , scritto il 18 Giugno 2014

Unrest_PyrodactylIn genere, con le dovute splendide eccezioni, gli RPG tendono ad avere una ambientazione fantasy più o meno standard, con le solite razze e classi, incantesimi e armi più o meno simili e, anche se ci sono dialoghi e scelte di vario tipo, buona parte dei problemi sono alla fine risolti con qualche tipo di conflitto armato.

Gli sviluppatori a Pyrodactyl la pensano in modo diverso e hanno voluto realizzare un RPG che, nel bene e nel male, si distaccasse da questa media.
Unrest è già diverso nell’ambientazione: ci troviamo nell’India antica, per la precisione nella città-stato di Bhimra, duramente colpita da epidemie e carestie.

Avrete la scelta fra cinque possibili personaggi:
– Una figlia di contadini che dovrà fare i conti con un matrimonio pre-arrangiato;
– Una principessa che deve cercare di nascondersi da chi ha sterminato la sua famiglia;
– Un prete che ha più di un contrasto con il suo tempio troppo estremista;
– Un capitano di mercenari che forse non è all’altezza della situazione;
– Un ambasciatore dell’Impero Naga.

Oltre a questi personaggi di partenza già anomali per conto loro, avrete a che fare principalmente con scelte politiche e sociali, mentre il ricorso alla forza bruta sarà tenuto al minimo. E ogni vostra decisione avrà ripercussioni durature nell’ambiente circostante, così come ogni morte di qualche NPC avrà conseguenze a lungo termine sull’intero gioco.

Se son riuscito a incuriosirvi, Pyrodactyl vi offre la possibilità di sperimentare una versione demo gratuita prima dell’acquisto, anche se con un RPG di questo tipo non potrete ovviamente sperimentare tutte le possibilità in una versione ridotta.
Eccovi il sito ufficiale di Unrest e il trailer.



Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2019, P.IVA 01264890052
SoloGames.it – Guida su videogiochi e console supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009