Color Switch ora è anche disponibile per Android e iOS

Di , scritto il 16 Maggio 2016

Color SwitchNon molto tempo fa parlavamo con entusiasmo sulle nostre pagine del nuovo gioco online Color Switch, delle regole e dei meccanismi del gioco. Lo si trova su questa pagina del sito Poki.it, la famosa piattaforma conosciuta in tutto il mondo che offre oltre 20.000 casual game online, tutti senza necessità di iscrizione e giocabili gratuitamente. Nel frattempo la popolarità del gioco è cresciuta moltissimo, ottenendo l’attenzione di milioni di utenti – e così, grazie a una partnership con Poki, il gioco è stato sviluppato dal suo creatore David Reichelt anche nelle versioni per smartphone e tablet Android o iOS. L’obiettivo, alquanto realistico a giudicare dagli strabilianti risultati ottenuti in pochi giorni, è quello di raggiungere i 150 milioni di download presso un pubblico internazionale.

Il gameplay del gioco è molto semplice, ma estremamente appassionante: la pallina inizialmente bianca deve essere spinta con attenzione attraverso ogni ostacolo che si presenta davanti a essa. Al contatto con la pallina speciale “Color Switch” muterà colore (giallo, viola, blu e azzurro) e a quel punto occorre farla passare nell’ostacolo rotante di forma geometrica oppure nel “cancello” esclusivamente attraverso il segmento del stesso suo colore e poi a uscire passando dall’altra parte in base allo stesso principio. Ogni volta che la pallina del gamer si scontra una pallina “Color Switch” il colore cambia e l’attenzione deve essere tenuta alta perché un passaggio attraverso un colore sbagliato obbligherà a ricominciare da capo.

Ecco quindi i link per scaricare (sempre a titolo gratuito)
Color Switch per iPhone/iPad
oppure
Color Switch per Android



Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2019, P.IVA 01264890052
SoloGames.it – Guida su videogiochi e console supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009