Pokémon Go: i trucchi per utilizzare l’app al meglio

Di , scritto il 19 Luglio 2016

Pokemon GoArrivato in Italia venerdì scorso, Pokémon Go ha istantaneamente creato una schiera di millennials (e generazioni successive) con lo sguardo fisso sullo smartphone ancora più del solito, come dimostrano gli esilaranti video di utenti finiti nel lago o a sbattere contro un muro da quant’erano impegnati nella ricerca dell’ennesimo mostriciattolo da catturare. All’estero la mania è ancora più virale, con Central Park presa d’assalto da centinaia di giocatori – a quanto pare attirati dalla presenza di un raro esemplare di Vaporeon – e celebrities assortite che non perdono occasione di mostrarsi alla moda snocciolando nomi di Pokémon come perfetti teenager.

Il successo del gioco sviluppato da Niantic che ha riportato in auge dopo anni il più famoso franchise di Nintendo dopo Mario Bros, condendolo con la realtà aumentata e la necessità di girare fisicamente il mondo per completare la propria collezione, ha sorpreso un po’ tutti: forse nemmeno la casa giapponese si aspettava che le sue azioni avessero un rialzo tanto improvviso e consistente. Volenti o nolenti, Pokémon Go è la mania del momento: unire il meccanismo di gioco del vecchio Ingress con il fascino dei piccoli mostri targati Nintendo si è decisamente rivelata una mossa vincente. Ecco pertanto alcuni consigli per sfruttare al meglio l’app per smartphone e tablet.

  1. Assicuratevi di avere una buona connessione (su SosTariffe.it si trovano le migliori offerte per Internet mobile) per non rimanere di colpo senza segnale mentre state per catturare l’esemplare che manca alla vostra collezione.
  2. Rifiutando per quattro volte il Pokémon iniziale proposto (Bulbasaur, Charmender e Squirtle), allontanandosi a piedi, alla fine verrà proposto Pikachu.
  3. Non è necessario tenere il telefono sempre davanti agli occhi, se si fa una passeggiata: basta impostare uno sleep time del cellulare di lunga durata e tenerlo in tasca, vibrerà non appena verrà trovato un nuovo Pokémon nelle vicinanze. Occhio alle telefonate involontarie, però.
  4. Lanciando la sfera Poké è anche possibile fare colpi a effetto (tracciando con l’indice una circonferenza) per punti esperienza in più. Attenzione a non muovere troppo il telefono subito dopo aver catturato un Pokémon: l’applicazione, purtroppo, è tutt’altro che esente da bug (in particolare i primi raduni italiani sono stati piagati da continue disconnessioni) e il movimento post-cattura è una delle più frequenti cause di freeze che obbliga al riavvio dell’applicazione.
  5. Un buon modo per trovare Pokémon anche standosene fermi a casa propria è usare gli aromi.
  6. Attenzione a non potenziare troppo presto i Pokémon: meglio prima farli evolvere e poi usare la Polvere di stella.
  7. Non cercate di barare con le uova usando l’auto o il treno, funziona solo con velocità intorno ai 20 chilometri al massimo.
  8. La batteria scende troppo rapidamente? Basta disabilitare la realtà aumentata e la musica. C’è sempre la possibilità di collegare una batteria esterna, se si prevede una “sessione di caccia” piuttosto lunga.
  9. Se riuscite a mettere un vostro Pokémon a difesa di una palestra, non dimenticatevi, ogni 21 ore, di riscuotere i premi cliccando, dal negozio, l’icona dello scudo.
  10. Troppi Pokémon tutti uguali? Trasferite quelli con meno Punti Lotta (CP) al Professore e riceverete una caramella indispensabile per farli evolvere per ognuno di essi.

 



Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2017, P.IVA 01264890052
SoloGames.it – Guida su videogiochi e console supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009